Pandemia, rischio e opportunità (una prospettiva minimalista)

Siamo tutti confinati in casa per la maggior parte del tempo. Siamo, per forza, minimalisti negli spostamenti e, di conseguenza, nei desideri. 
Rispetto al mito del miglioramento continuo, vissuto come espansione di movimenti e desideri che possono e devono essere soddisfatti, siamo di fronte ad una catastrofe.

È così in ogni caso?

Pensiamo alla fetta rilevante di popolazione mondiale che non è stata toccata direttamente o indirettamente dalla malattia, quindi che non ha contratto il virus e che non ha avuto malati o vittime nel suo mondo di affetti.
Se ci concentriamo su chi non ha avuto danni sanitari in seguito al contagio, ci concentriamo di conseguenza su quella fetta di popolazione che può a sua volta essere divisa in due:

  • coloro che hanno avuto danni economici, perdendo lavoro e reddito,
  • coloro che non hanno avuto danni economici, preservando lavoro e reddito, talvolta migliorando la propria condizione.
Continua a leggere “Pandemia, rischio e opportunità (una prospettiva minimalista)”